Raggiungere il giusto equilibrio nella traduzione dei tuoi siti web

I clienti globali si aspettano un'esperienza di prim'ordine quando visitano il tuo sito web multilingue. Ecco come strabiliarli.

Avatar Craig Witt
Craig Witt

13 settembre 2017

LETTURA 3 MIN

Se la tua azienda non si è ancora espansa in nuovi mercati internazionali, ecco un consiglio per sopravvivere: i clienti globali pretenderanno un sito con un'ottima esperienza utente. Vorranno navigare ed effettuare transazioni su un sito web pubblicato nella loro lingua, non nella tua.

Vorranno che i siti tradotti abbiano gli stessi contenuti e le stesse funzionalità del sito principale del mercato primario. Paradossalmente, si aspetteranno di vedere riferimenti specifici alla loro cultura, alle festività locali e al loro comportamento d'acquisto. Un'esperienza di pari livello, ma diversa.

Per servire alla perfezione i clienti globali, dovresti offrire sui tuoi siti web internazionali un'esperienza utente che appaia familiare ma sia allo stesso tempo unica.

Sarà come attraversare un campo minato. Per procedere nel modo giusto, dovrai seguire due best practice per la traduzione di siti web: parità di contenuti e localizzazione. Evita però di localizzare eccessivamente i contenuti, perché rischieresti di confondere completamente i clienti.

L'importanza della parità di contenuti.

Indipendentemente da dove vivono o da quale quota di mercato rappresentano, per i clienti globali la parità di contenuti è di fondamentale importanza. In termini pratici, ciò significa offrire un sito web completamente tradotto che abbia la stessa identica portata (o quasi) rispetto al sito web del mercato primario.

Si potrebbe essere tentati di fornire ai clienti globali esperienze online non tradotte, siti tradotti con un numero ridotto di funzionalità oppure micrositi tradotti. Evita di ricorrere a soluzioni del genere. Secondo gli studi, i clienti abbandonano sempre i siti caratterizzati da:

  • un'esperienza in una sorta di lingua mista;
  • un'esperienza utente mediocre;
  • contenuti o dimensioni limitati.

I clienti si sentono cittadini di serie B quando visitano questi siti. Le possibili conseguenze negative (riduzione del traffico del sito, enorme calo della partecipazione sociale e diminuzione dei tassi di conversione) possono stroncare sul nascere l'espansione in nuovi mercati.

L'idea di fornire ai clienti globali siti tradotti o micrositi con una quantità limitata di funzionalità può essere allettante. Ma sarebbe una pessima decisione.

Perseguendo la parità di contenuti si guadagna immediatamente credibilità e fiducia tra i clienti globali. Tuttavia, per migliorare nettamente le prestazioni del tuo sito (e i tassi di conversione che può generare) ti consigliamo di provare l'efficacia della localizzazione.

Contenuti localizzati: non solo traduzione

Per ottenere ottimi risultati commerciali nei nuovi mercati, non limitarti a tradurre il sito web. Personalizzando alcuni contenuti web per i clienti locali potrai creare messaggi ricchi di significato e convincenti che saranno in grado di incrementare notevolmente il coinvolgimento e il numero di conversioni.

I contenuti dei siti web personalizzati in base ai clienti locali spesso generano più traffico in entrata e conversioni in uscita.

Questo approccio alla traduzione e al marketing, definito localizzazione, si rivolge a una cultura specifica utilizzando la varietà linguistica di preferenza e si dimostra di conoscere le festività, le ricorrenze e le abitudini d'acquisto locali. Un approccio del genere offre diversi vantaggi, tra cui una maggiore credibilità del marchio e un migliore posizionamento nelle ricerche organiche.

Ma non cadere nella trappola dell'eccessiva localizzazione: non personalizzare i siti locali al punto tale da creare esperienze utente che non hanno nulla a che vedere con il sito web primario.

Il luogo ideale per i contenuti localizzati

Durante la personalizzazione dei contenuti per i mercati locali è importante non esagerare. Una localizzazione eccessiva può creare varie problematiche. Ecco qualche esempio:

  • la gestione e l'aggiornamento diventano inutilmente complessi nei siti molto localizzati;
  • apportando ai contenuti del tuo sito un numero elevato di modifiche molto specifiche, potrebbe servire più tempo per creare e pubblicare i contenuti tradotti.
  • i clienti globali apprezzano la personalizzazione, ma entro certi limiti: una localizzazione eccessiva può annullare completamente i benefici dati dalla parità di contenuti.

Allora in che modo si possono personalizzare i contenuti per i mercati locali garantendo sempre la coerenza con il marchio senza localizzare eccessivamente? Mantenendo un rapporto 80 a 20 tra traduzione e localizzazione sul tuo sito web multilingue.

Fai attenzione: una localizzazione eccessiva dei tuoi siti web tradotti può ridurre l'efficacia della parità di contenuti in termini di esperienza.

In sintesi, il 80% dei contenuti del tuo sito web tradotto dovrebbe rispecchiare il sito web del mercato primario. Il restante 20% può riportare contenuti localizzati. Inserisci i messaggi personalizzati nella pagina iniziale, nelle pagine di destinazione dei prodotti e servizi, tra le promozioni speciali e le informazioni sull'assistenza clienti locale. In questo modo sarai in grado di soddisfare le aspettative dei clienti per quanto riguarda la parità di contenuti, e dimostrerai allo stesso tempo di conoscere e avere considerazione del loro mercato.

Conclusione

Durante l'espansione internazionale in nuovi mercati, cerca soluzioni per la traduzione di siti web che ti aiutino ad attraversare questo campo minato a cuor leggero. Considera le soluzioni che offrono traduzioni accurate e autentiche, oltre che contenuti localizzati coinvolgenti, efficaci e contestualizzati nei mercati specifici.

Le soluzioni migliori rispondono inoltre alle esigenze particolari della tua azienda, operano in sintonia con le piattaforme di gestione del tuo sito web, rilevano e aggiornano con facilità i contenuti nuovi o modificati e si avvalgono di traduttori di prim'ordine che conoscono alla perfezione la lingua, la cultura e le usanze del luogo in cui vivono i clienti.

Avatar Craig Witt
Craig Witt

13 settembre 2017

LETTURA 3 MIN