In vista del 2016: i mercati emergenti il cui primo canale è il telefono cellulare
 
Avatar di Chris HutchinsDi: Chris Hutchins
10 gennaio 2016

In vista del 2016: i mercati emergenti il cui primo canale è il telefono cellulare

L'uso degli smartphone a livello globale sta raggiungendo livelli stratosferici. Ma dove ha luogo davvero questa crescita, così imponente e proficua? Ecco il nostro studio esclusivo.

 

Se la tua azienda cerca opportunità di espansione globale nel 2016, dovrebbe dare priorità ai mercati il cui primo canale sia il settore mobile.

Perché? La richiesta di smartphone sta crescendo vertiginosamente, gettando ombra sui computer tradizionali. Nel 2018, più di un terzo dei consumatori di tutto il mondo - circa 2,6 miliardi di persone - possiederà uno smartphone. Il web tradizionale sta già subendo una batosta: stando ai dati di StatCounter, le visualizzazioni di pagine in browser desktop è calata dal 13% al 62% in tutto il mondo. Nel frattempo, la navigazione da cellulare è cresciuta dal 31% al 39%.

Nuovi record anche per gli investimenti nel settore dell'internet mobile. L'm-commerce sta superando l'e-commerce tradizionale con un rapporto di tre a uno. Nel giro di pochi mesi, le vendite da mobile commerce raggiungeranno 291 miliardi di dollari in tutto il mondo. Ciò corrisponde a circa tre volte le vendite del 2012.

Ma dove ha luogo questa crescita, in termini di popolarità e ritorno economico? Quali mercati hanno in casa consumatori che prediligono i dispositivi mobili? Stando alle informazioni pubbliche disponibili e ai dati di nostra proprietà alcuni mercati, il cui primo canale è il settore mobile, sono vicini a casa... sebbene ci sia un boom di opportunità, che sta prendendo piede velocemente, anche nei mercati emergenti.

Ispanici statunitensi

Secondo Google research, gli ispanici statunitensi sono considerati "utenti esperti" di dispositivi mobili e passano a nuovi dispositivi digitali più velocemente rispetto alla media nazionale. Quasi la metà degli ispanici che possiede uno smartphone è "mobile-dominant" quando usa Internet (cioè preferisce il cellulare al computer). Molto di più rispetto alla media del 38% dei non-ispanici.

Questo mercato è inoltre sempre più importante e ricco: rappresenta circa il 20% del mercato, con un potere di acquisto di oltre 1,5 milioni di miliardi di dollari.

Gli ispanici, secondo l'ampia opinione degli analisti, sono un mercato il cui primo canale è il settore mobile. Essi sono 1,5 volte più propensi ad acquistare un dispositivo mobile rispetto ai non-ispanici e accedono inoltre più spesso a servizi quali il mobile banking e coupon. (Per operazioni bancarie: il 65% contro il 53%. Per i coupon: il 25% contro il 17%). Anche nei pagamenti tramite cellulare, essi sono avanti. Circa il 25% ha utilizzato uno smartphone per effettuare acquisti nei negozi. (La media americana è il 13%).

In base alla ricerca di MotionPoint e alla loro esperienza, le aziende che attirano gli ispanici di lingua spagnola attraverso il settore mobile, utilizzando in particolar modo la loro lingua di preferenza, ottengono risultati positivi. Un cliente ha visto crescere le sue entrate mensili del 481%, dopo che il suo sito è stato da noi implementato in spagnolo. Queste entrate rappresentano più della metà delle entrate complessive dell'azienda, generate attraverso i suoi numerosi canali online in lingua spagnola.

Dopo aver aiutato una compagnia aerea a lanciare il suo sito mobile in spagnolo, questa ha visto crescere del 80% il suo traffico internet totale, sia desktop che mobile, in sole sei settimane. Durante lo stesso periodo, il sito mobilie in spagnolo è cresciuto del 363%. Abbiamo stimato che il sito mobile produrrà un reddito che supera di 379 volte il suo costo annuale.

Cinesi canadesi

Grandi opportunità arrivano anche dalle organizzazioni che puntano sui cinesi canadesi esperti di dispositivi mobili. Questo gruppo etnico rappresenta persone di origine cinese o mista, residenti in Canada. Questo ricco e colto mercato si prepara a una crescita esponenziale della popolazione.

Stando alle stime di immigrazione e natalità, la popolazione cinese canadese esploderà presto in svariati mercati di punta. La popolazione etnica cinese di Vancouver passerà da 396.000 a 809.000 entro il 2031, rappresentando circa il 25% della popolazione residente.

Questo mercato viene indicizzato moltissimo nel settore mobile. Gestiamo la localizzazione di siti in cinese per molte industrie canadesi, in particolar modo per banche canadesi. In base alla nostra analisi, circa il 40% di tutto il traffico proveniente da questi siti proviene da smartphone e tablet.

Questo corrisponde alle medie canadesi. Nel 2015, secondo comScore, il 51% di tutto il traffico online canadese proveniva da telefonini o tablet.

I canadesi di lingua cinese preferiscono contenuti localizzati nella loro lingua rispetto a contenuti in inglese o francese. Tornano inoltre con più frequenza a navigare nei siti web localizzati. Il numero di pagine visitate a ogni collegamento cresce fino al 69%, mentre alcuni tassi di conversione crescono del 130%.

Tenere sott'occhio i mercati emergenti

Oltre al Nord America, la propensione verso gli smartphone ha avuto un'impennata soprattutto nei mercati emergenti. La Cina, nell'ultimo anno, ha superato la soglia di 500 milioni di smartphone attivi. Nel giro di poco, il numero di smartphone attivi in India supererà quello degli Stati Uniti. L'Indonesia diventerà presto il quarto mercato più ampio del mondo, affiancando Giappone e Russia nel processo di crescita.

Alla fine di quest'anno, "gli Stati Uniti, il Giappone e il Regno Unito, che nel 2014 erano tra i primi cinque mercati in crescita per giro di affari nel settore smartphone, subiranno un arresto nella top 10", superati dai mercati in via di sviluppo. È quanto ha annunciato un'agenzia di ricerca nel 2014.

Entro il 2018, la Top 5 dei mercati globali degli smartphone sarà:

  • Cina: 704,1 milioni
  • India: 279,2 milioni
  • Stati Uniti: 220 milioni
  • Indonesia: 103 milioni
  • Russia: 76,4 milioni

Ma questa lista non la dice tutta. I mercati emergenti stanno passando agli smartphone molto più velocemente rispetto ai mercati maturi. Questa tendenza non si arresterà. Entro il 2018, ecco dove si registreranno i tassi di crescita più alti:

  • Indonesia: +98%
  • India: +67%
  • Filippine: +56%
  • Vietnam: +52%
  • Nigeria: +48%
  • Brasile: +48%
  • Messico: +46%

In contrasto, la Cina vedrà un aumento del 23% durante lo stesso arco di tempo. La crescita per gli Stati Uniti sarà del 20%. Russia, 31%.

I mercati più piccoli del Sud est asiatico stanno già assistendo a una crescita sbalorditiva. Nel solo Vietnam - uno dei mercati di smartphone con un più rapido sviluppo, con quasi il 25% di utenti in più nel 2015, il 90% degli adulti possiede ora uno smartphone.

Anche il mercato dell'America latina sta fiorendo. Basandoci sul traffico da dispositivi mobili, abbiamo osservato sui siti web da noi localizzati per alcuni clienti e-commerce che c'è molto coinvolgimento. L'ordine dei valori medi cresce a dismisura: $143 per il Messico, $195 per l'Argentina, $186 per il Venezuela.

Le aziende stanno prendendo atto di questo e sono sempre più inclini a conquistare i consumatori che prediligono i dispositivi mobili. Un indicatore chiave di questo è la spesa pubblicitaria su dispositivi mobili, in crescita nei mercati emergenti. La spesa per la pubblicità su dispositivi internet mobili in Messico (un altro mercato in rapida espansione) è cresciuta del 76% quest'anno, raggiungendo i 391,4 milioni di dollari.

Con gli smartphone che stanno raggiungendo in tutto il mondo livelli massimi di utilizzo, come può la vostra azienda coinvolgere i consumatori nel 2016? Lanciare esperienze mobile-friendly online, in una delle lingue preferite dal mercato, è un buon inizio. Per ottenere risultati evidenti ci vuole però più di una semplice traduzione.

Ecco alcune considerazioni:

Siti responsive contro siti mobile: nel nostro mondo post "mobilegeddon", i siti mobile-friendly sono più importanti che mai. Ma per rivolgersi a questi consumatori, che prediligono i dispositivi mobili, cosa dovrebbe fare un'azienda? Lanciare siti con contenuti localizzati e un design responsivo (che si adatta in un attimo allo schermo dell'utente, ottimizzando la visualizzazione delle pagine) oppure implementare un sito esclusivamente mobile?

Google raccomanda il web design responsive. Questo approccio ha svariati vantaggi per le aziende, che possono in questo modo localizzare i siti già esistenti senza aver bisogno di squadre di lavoro (o budget) separate per la manutenzione.

Ma questo pone delle sfide quando si localizzano siti per i mercati emergenti. L'idea sarebbe che questi utenti internazionali, per i quali l'accesso a internet avviene unicamente da telefono cellulare, sperimentassero contenuti ottimizzati esclusivamente per i dispositivi mobili. In questi casi, i siti mobili offrono maggiori risultati rispetto ai siti responsive. I servizi O{[#1]}O sono utilizzati da oltre il {[#0]}% dei consumatori, i quali usufruiscono di informazioni o di sconti tramite i canali online.

Trova il negozio più vicino: se la vostra azienda ha una presenza internazionale, con veri e propri punti vendita, assicuratevi di includere la funzione "trova il negozio più vicino" nel sito mobile localizzato. Basandoci sui dati che abbiamo raccolto da diversi clienti e-commerce, la localizzazione del negozio è usata più spesso sui dispositivi mobili che non sui computer.

Cerca nel sito: dal momento che gli smartphone hanno schermi ridotti (e gli utenti dita paffutelle!), la navigazione potrebbe risultare inefficiente. La funzione "cerca nel sito" diventa quindi essenziale per l'esperienza mobile. Una funzione di ricerca localizzata interna, che sia predittiva nell'anticipare i quesiti degli utenti e che possa tenere conto dei più comuni errori di ortografia, consente di risparmiare tempo e fa aumentare il numero di utenti.

 

Chris Hutchins

Specialista in comunicazioni di marketing

Chris Hutchins helps produce MotionPoint's marketing and sales materials.

 

Chi è MotionPoint

MotionPoint aiuta i marchi a crescere attirando nuovi clienti in tutto il mondo.

La piattaforma pronta all'uso di MotionPoint, il servizio di traduzione di siti web più efficace al mondo, combina tecnologia innovativa, big data, traduzioni di qualità e una profonda conoscenza del marketing internazionale. L'approccio di MotionPoint garantisce la qualità, la sicurezza e la scalabilità necessarie per avere successo in un mercato globale sempre più competitivo, sia online che offline.

 

La piattaforma di globalizzazione leader nel mondo per le aziende

Contattaci