E-commerce del lusso: 4 mercati emergenti per i marchi in espansione (parte 2)
 
Avatar di Chris HutchinsDi: Chris Hutchins
24 agosto 2015

E-commerce del lusso: 4 mercati emergenti per i marchi in espansione (parte 2)

Le vendite e-commerce di articoli di lusso raggiungeranno i 21 miliardi di dollari entro il 2020. Scopri i quattro mercati che non sono quasi stati raggiunti dal settore del lusso online e dimostrano interesse per lo shopping online.

 

Il presente testo rappresenta la 2a parte di una serie composta da 2 parti. Rimettiti in pari leggendo la 1a parte qui.

La scorsa settimana, abbiamo analizzato le opportunità di e-commerce attualmente disponibili per il settore del lusso e abbiamo spiegato come i marchi del lusso che si espandono a livello internazionale possano risultare vincenti.

Difatti, come riportato da un recente articolo aziendale sul The New York Times i rivenditori di articoli di lusso "hanno iniziato a capire anche che il futuro della loro azienda e il percorso verso l'espansione globale si fondano sul mondo online".

Ma quali sono i mercati online internazionali su cui i marchi del lusso devono investire? Abbiamo risollevato oggi la discussione identificandone alcuni. Omar El Ali, responsabile delle strategie globali online del team Crescita Globale di MotionPoint, ci accompagna in quest'analisi esplicativa.

Nuove frontiere e opportunità

La scorsa settimana abbiamo identificato i mercati più impegnativi, ma esistono anche altri mercati emergenti che stanno prosperando e "vantano il primato per quanto riguarda le iniziative di e-commerce del lusso", afferma Omar. I seguenti quattro mercati non sono quasi stati raggiunti dal settore del lusso online, hanno solide economie e dimostrano interesse per lo shopping online. Per i marchi del lusso, queste aree valgono una miniera d'oro:

India

"Il calo dei prezzi del petrolio può aver indebolito le economie di molti Paesi BRIC, ma non quella dell'India", afferma Omar. "I bassi costi dei carburanti hanno avuto un impatto positivo sull'inflazione e sulla crescita".

Tale fenomeno preannuncia una tendenza positiva a livello di spesa dei consumatori, soprattutto per quanto riguarda l'e-commerce degli articoli di lusso.

L'India è, di fatto, il secondo più grande mercato al mondo, dopo la Cina. La sua popolazione di 300 milioni di utenti di Internet utilizza correntemente i dispositivi mobili: l'utilizzo online di smartphone e tablet rappresenta circa il 70% delle connessioni a Internet del Paese. L'e-commerce prospera in questo senso. Il mercato dell'e-commerce dei prodotti di lusso raggiungerà i 25 miliardi di dollari entro il 2016, secondo one report, con una crescita composta del 25% ogni anno.

La ricerca indica che i capi di abbigliamento, gli accessori, gli orologi e i dispositivi elettronici di fascia alta rappresentano gli ambiti in cui si posizionerà l'attività di e-commerce dei prodotti di lusso.

Oltre a ciò, "il mercato indiano online del lusso non è attualmente molto competitivo", afferma Omar, "il che significa che può rivelarsi redditizio per i primi arrivati". Dei 500 marchi del lusso leader a livello internazionale, solo il 30% è presente in India (a differenza della Cina, in cui c'è una presenza del 70%.) Alla luce di un'economia in espansione, della scalata della classe media e dell'ambiente normativo e delle norme FDI favorevoli, l'India rappresenta il mercato ideale per l'e-commerce dei prodotti di lusso.

Iran

Benché possa sembrare un mercato improbabile, l'Iran rappresenta di fatto un'enorme opportunità, soprattutto per coloro che vi si inseriscono per primi. Tehran è infatti una delle destinazioni di viaggio con un tasso di crescita più veloce al mondo. Come affermato di recente da Jean-Christophe Babin, amministratore delegato di Bulgari, "l'Iran è un Paese molto ricco e abituato al lusso". L'Iran sarà la prossima grande novità del Medio Oriente".

Bulgari prevede di espandersi nel Paese e ha buoni motivi per farlo. Il reddito disponibile della popolazione è estremamente alto rispetto ad altri Paesi. Secondo il Fondo Monetario Internazionale, il PIL procapite dell'Iran è di 16.500 dollari (è superiore a quello di Cina, India e Brasile e non è stato inferiore neanche durante gli anni delle sanzioni economiche).

Unisci l'elevato PIL del mercato, la bassa concorrenza, la penetrazione di Internet (55%), la penetrazione dei cellulari (126%) e il desiderio della popolazione per la moda di lusso e otterrai una ricetta di tutto interesse per il successo dell'e-commerce", afferma Omar.

Tailandia

La Thailandia è il maggiore mercato di beni di lusso del Sud-Est Asiatico. Lo scorso anno, la sua spesa in prodotti di lusso ha toccato i 2,5 miliardi di dollari.

I costi relativamente bassi delle abitazioni aiutano a incentivare la spesa in articoli di lusso, così come l'elevato reddito a disposizione dei consumatori: la fascia più rappresentativa della popolazione thailandese (20,5%) si colloca tra i 30 e 34 anni di età e guadagna più di 150.000 dollari ogni anno. I residenti dai 35 ai 39 anni di età rappresentano il 18,6% della popolazione e stanno diventando anch'essi sempre più abbienti.

Il tasso di penetrazione di Internet in Thailandia è solido (54%) e l'adozione di dispositivi mobili aumenta in modo esponenziale (150%). La nostra ricerca indica che la Thailandia è pronta a diventare uno dei maggiori mercati di e-commerce del Sud-Est Asiatico (tant'è vero che alcuni analisti ritengono che l'e-commerce sia "l'ultimo canale di vendita esplosivo" per i rivenditori di articoli di lusso).

"Siamo convinti che vi sia un grande potenziale per coloro che operano nel mercato dei beni di lusso", afferma Omar, "soprattutto per coloro che riescono a persuadere molti utenti di smartphone che non fanno ancora acquisti online a seguire questa tendenza".

Polonia

Mentre altri Paesi stanno lottando contro la recessione economica, la Polonia ha raggiunto la 2015a posizione camminando a testa alta. Secondo Brookings, il suo "PIL pro-capite basato sul potere di acquisto ha superato i 24.000 dollari raggiungendo il 65% del livello di reddito dell'Europa occidentale (Eurozona)". Si tratta di un successo economico persino maggiore di quanto si potrebbe pensare. È infatti la prima volta che la Polonia sperimenta una parità economica regionale di questo tipo dagli anni '1500.

Si stima che l'anno prossimo la spesa polacca nel mercato del lusso si attesti attorno ai 3,4 miliardi. Curiosamente, la spesa per l'e-commerce raggiungerà i 12 miliardi durante lo stesso periodo, lasciando spazio per evidenti opportunità di sovrapposizione per l'e-commerce dei prodotti di lusso.

Anche il tasso di adozione di Internet della Polonia, pari al 67%, è decisamente positivo.

"Il mercato polacco rappresenta una frontiera ideale per i clienti che desiderano inserirsi in un mercato centrale europeo economicamente stabile e sicuro", afferma Omar. (Per maggiori informazioni su quest'area prospera, leggi il nostro recente report sul V4).

Quindi il mercato del lusso dovrebbe abbandonare i Paesi BRIC?

Data la presenza di una tale stabilità e crescita ben lontane dai confini dei Paesi BRIC, i marchi del lusso potrebbero essere tentati dall'idea di abbandonare eventuali piani di e-commerce per i Paesi BRIC. Noi sconsigliamo di farlo.

Anche se il Brasile, la Russia e la Cina stanno attualmente affrontando una recessione, questa turbolenza economica sarà temporanea. Inoltre, gli acquirenti utilizzano pratiche di acquisto non convenzionali, con possibili opportunità di reddito. "Quando le aziende creano siti di e-commerce in lingue internazionali, attraggono clienti che vivono in tutto il mondo", spiega Omar.

Ad esempio, abbiamo rilevato che un numero significativo di clienti brasiliani esperti acquista prodotti di moda di lusso su siti Web in lingua portoghese gestiti da aziende non brasiliane. Perché? "Lo fanno per avere a disposizione una migliore offerta", afferma Omar, "ed evitare elevate imposte nazionali sui prodotti di lusso".

Inoltre, benché il mercato russo non sia altrettanto solido quanto in passato, le vicine nazioni della Comunità degli stati indipendenti lo sono. Gli acquirenti che risiedono in quest'area parlano russo e acquistano su siti di e-commerce in russo. Come riportato nel nostro recente report sulla Russia, un sito di e-commerce in russo di un nostro cliente ha generato finora 8 milioni di dollari reddito quest'anno, non per acquisti provenienti dalla Russia, bensì da clienti ucraini.

Date le attuali difficoltà economiche e politiche che sta affrontando, il caso della Cina è differente. I clienti cinesi fanno acquisti al di fuori della Cina tramite i siti di e-commerce, soprattutto nel caso dei beni di lusso. Molti cinesi acquistano ora prodotti di lusso in Sud Corea. Nel 2020, i consumatori cinesi di articoli di lusso spenderanno 29 miliardi di dollari presso i rivenditori di lusso del Sud Corea.

In sintesi

È evidente che sia il momento giusto per i marchi del lusso di sviluppare le proprie attività di e-commerce ed espandersi su scala internazionale. Data l'incredibile crescita del tasso di adozione di Internet e smartphone a livello globale, nonché il rapido aumento delle vendite di e-commerce B2C anno dopo anno, i marchi del lusso non possono permettersi di stare a guardare.

Impegnarsi in questi mercati emergenti e floridi è un passo importante per garantire nuovi clienti e flussi di reddito… nonché una crescita delle vendite immediata e sostenibile.

Lavori con un marchio di lusso che sta valutando di espandersi sui mercati online internazionali? Ti serve aiuto per realizzare le iniziative di marketing e vendita globale della tua azienda? Contattaci. Possiamo aiutarti a inserirti su questi mercati in modo rapido e conveniente, e scrivere una storia di successo internazionale.

 

Chris Hutchins

Specialista in comunicazioni di marketing

Chris Hutchins helps produce MotionPoint's marketing and sales materials.

 

Chi è MotionPoint

MotionPoint aiuta i marchi a crescere attirando nuovi clienti in tutto il mondo.

La piattaforma pronta all'uso di MotionPoint, il servizio di traduzione di siti web più efficace al mondo, combina tecnologia innovativa, big data, traduzioni di qualità e una profonda conoscenza del marketing internazionale. L'approccio di MotionPoint garantisce la qualità, la sicurezza e la scalabilità necessarie per avere successo in un mercato globale sempre più competitivo, sia online che offline.

 

La piattaforma di globalizzazione leader nel mondo per le aziende

Contattaci