La tua azienda tecnologica è pronta per la crescita globale online?

L'espansione a livello globale pone alle aziende tecnologiche meno sfide rispetto a quelle di altri settori. Scopri perché nel nostro report.

Avatar di Chris Hutchins
Chris Hutchins

26 gennaio 2017

LETTURA 5 MIN

È il momento ideale per le aziende tecnologiche. Oggigiorno, è più facile che mai offrire servizi a consumatori di tutto il mondo, senza rischi e con ottimi ritorni. Anche la domanda globale di servizi e prodotti digitali è al massimo storico.

In verità, le aziende tecnologiche sono estremamente preparate a espandersi sui mercati internazionali, grazie alla domanda globale dei loro prodotti, un numero sempre crescente di soluzioni di e-commerce che supportano valute internazionali, piattaforme di pagamento e metodi di distribuzione digitale.

"Le aziende tecnologiche spesso riescono ad aggirare la maggior parte delle sfide che altri settori si trovano a dover affrontare per espandersi oltreoceano", spiega Victoria Bloyer, responsabile delle strategie online del team Global Growth di MotionPoint. "Confrontiamole con i rivenditori. Queste aziende raramente si trovano a doversi preoccupare dei termini di consegna, dei costi di spedizione o della gestione dei resi. Inoltre, dato che si tratta di B2B e le loro dimensioni sono tali che i loro servizi debbano necessariamente avvalersi del pagamento con le principali carte di credito accettate internazionalmente, non hanno il problema di dover supportare opzioni di pagamento locali".

Le aziende tecnologiche spesso riescono ad aggirare la maggior parte delle sfide che altri settori si trovano a dover affrontare per espandersi oltreoceano.

Le opportunità oltreoceano risplendono per le aziende tecnologiche lungimiranti. Come abbiamo recentemente illustrato, il numero di consumatori della classe media sta crescendo notevolmente in tutto il mondo. Ciò avviene specialmente sui mercati emergenti, dove i tassi di utilizzo di Internet, mobile e della tecnologia sono alle stelle. Le infrastrutture stanno migliorando. Anche il reddito disponibile di questi consumatori sta aumentando.

Alcune aziende tecnologiche stanno facendo faville con i loro piani di espansione. Come Netflix, che si è notoriamente allargato in 130 nuovi mercati in un solo giorno lo scorso gennaio.

Le aziende sanno bene che l'espansione globale è dove si fanno i veri affari. Nel 2016, quasi il 50% delle aziende statunitensi prevedeva un incremento dei profitti provenienti da transazioni internazionali nel corso dell'anno. Si tratta di un salto considerevole rispetto al 39% dell'anno precedente. Inoltre, quasi il 90% riteneva l'espansione a livello internazionale indispensabile per la crescita nel lungo periodo. Circa il 70% vedeva nei mercati emergenti la più grande opportunità che si potesse trovare. (Avevano ragione. Ne parleremo tra un momento).

È innegabile che il "mondo si sta rimpicciolendo con sempre più aziende che espandono i loro prodotti e servizi sul mercato globale", come ha scritto uno dei collaboratori di Forbes. E dunque quando dovrebbe espandersi a livello globale la tua azienda tecnologica?

Ingredienti su cui puntare per l'espansione

Un responsabile di Accel, che ha aiutato aziende tecnologiche come Dropbox a espandersi sui nuovi mercati (e che ha collaborato con dirigenti internazionali di Google, Facebook, LinkedIn e Uber), suggerisce che quando "più del 25% degli affari proviene da mercati internazionali, è il momento di espandersi fuori dal proprio Paese."

Nei precedenti articoli del blog abbiamo offerto molti consigli su come identificare i mercati globali ideali, e fornito un metodo intelligente (e privo di rischi) per entrarvi e offrire i propri servizi. Inoltre, presenteremo presto il Trendbook, il nostro report annuale nel quale indichiamo i migliori 30 mercati online globali di quest'anno e le tendenze chiave che le aziende devono seguire nel 2017.

Vale davvero la pena leggere questi articoli, anche se la "versione ridotta" è essenzialmente questa: scegli mercati in cui i consumatori sono già entrati in contatto con il tuo sito web del mercato primario. Idealmente, tali mercati hanno già una alto tasso di adozione di Internet, politiche attente al settore commerciale e soluzioni in grado di supportare il tipo di pagamento e (dove necessario) gli adempimenti preferiti a livello locale.

Scegli mercati in cui i consumatori sono già entrati in contatto con il tuo sito web del mercato primario.

Presta particolare attenzione ai mercati emergenti con forti tassi di adozione di tecnologia mobile. Prendi ad esempio la Cina. Nel 2013 e nel 2014, il Paese ha visto un'impennata delle aziende tecnologiche statunitensi che si sono espanse per offrire servizi ai suoi consumatori; aziende come LinkedIn e Uber si sono impegnate molto ad attirare i consumatori cinesi utilizzando gli smartphone come canale perfetto.

"Nell'era di Internet su PC nessuna delle aziende di Internet statunitensi ha avuto successo in Cina", ha sottolineato un collaboratore di Business Insider, "ma nell'era di Internet mobile l'opportunità si sta nuovamente presentando. (…) le enormi dimensioni del mercato cinese rappresentano l'attrazione principale per le compagnie tecnologiche statunitensi. Molte sono diventate "mobile-first" e ora devono anche diventare "China-first".

In base ai dati in nostro possesso, i seguenti mercati sono particolarmente interessanti per le aziende tecnologiche che vogliono espandersi:

  • Giappone, Taiwan, Singapore e India in Asia (tieni presente che i consumatori giapponesi si aspettano che i contenuti siano tradotti nella loro lingua e sono molto esigenti in fatto di servizio clienti);
  • Germania e Spagna in Europa (considera che spesso i siti spagnoli attraggono traffico dai mercati e dai consumatori ispanofoni dell'America Latina);
  • mercati di lingua inglese come Regno Unito, Canada e Australia (questi mercati sono spesso altamente competitivi, ma hanno anche economie e infrastrutture stabili).

Quando parlare la lingua

Per assicurarsi un successo immediato e duraturo sui mercati globali online, la maggior parte delle aziende lancia siti web localizzati e tradotti sin dal primo giorno, riuscendo a servire in tal modo i consumatori locali nelle loro lingue preferite fin da subito. Perché? È del tutto estraniante quando le aziende esordiscono con siti web in lingua inglese sui mercati oltreoceano, soprattutto quando i consumatori di quel mercato non parlano frequentemente l'inglese. Questo errore può fare affondare i tentativi di espansione.

È interessante notare che le aziende tecnologiche spesso non si trovano a dover fronteggiare lo stesso tipo di "urgenza di traduzione" di altri settori, afferma Victoria Bloyer di MotionPoint. Spesso, spiega, prima che il lancio di siti web tradotti e localizzati diventi necessario, o opportuno attivare un sistema di supporto di professionisti "sul campo".

Ma le aziende tecnologiche che sottovalutano il bisogno di risorse tradotte e localizzate per tali sistemi di supporto riscontreranno forti difficoltà sul mercato.

"Se il prodotto di un'azienda è basato su servizi come l'hosting o soluzioni dati per aziende, ciò che conta di più è il supporto per quei servizi", spiega Victoria Bloyer di MotionPoint. "Questo può significare avere agenti di vendita, un servizio clienti e altre persone che parlino bene le lingue preferite sul mercato locale".

"Se il prodotto è qualcosa tipo software, il margine di manovra è maggiore", prosegue Victoria. "Avrai comunque bisogno di addetti al servizio clienti che parlino bene la lingua locale, ma tale necessità può essere in parte soddisfatta in modo molto conveniente con contenuti online tradotti, come manuali per software, FAQ e simili".

Anche la localizzazione del software è, naturalmente, una priorità.

Tuttavia, una volta che queste componenti critiche sono state implementate, il sito web localizzato diventa imprescindibile per assicurarsi la fidelizzazione del cliente e aumentare sensibilmente il coinvolgimento e le conversioni.

"Una volta poste le basi per gli elementi online, ecco che MotionPoint può rendere tutto più semplice", afferma Victoria. "Ci assicuriamo che l'immagine aziendale sia uniforme su tutti i mercati, supportando la personalizzazione e la localizzazione, e verificando che i siti siano funzionali e adatti al loro scopo. In questo modo, le aziende tecnologiche possono concentrare la loro attenzione su ciò che conta di più: crescere e supportare i propri clienti sui mercati globali".

In sintesi

Se sei un'azienda tecnologica che desidera espandersi sui mercati globali, MotionPoint può aiutarti a localizzare il tuo software, tradurre e localizzare i tuoi testi e contenuti multimediali online, così come la documentazione offline, come i manuali dei prodotti. Possiamo aiutare i tuoi team "sul campo" con risorse localizzate.

La nostra soluzione comprende inoltre la traduzione di contenuti per i social media e altri utilizzi di marketing. La nostra piattaforma è così flessibile che può soddisfare ulteriori bisogni mentre ti espandi su altri mercati. Contattaci per scoprire come possiamo aiutarti.

Avatar di Chris Hutchins
Chris Hutchins

26 gennaio 2017

LETTURA 5 MIN