Come ridurre drasticamente i tempi di risposta dei siti web cinesi localizzati
 
Avatar di Mohan ShaDi: Mohan Sha
17 novembre 2015

Come ridurre drasticamente i tempi di risposta dei siti web cinesi localizzati

Espandersi nel mercato online cinese richiede una comprensione dettagliata del modo in cui contenuti e prodotti digitali vengono presentati ai consumatori continentali. Scoprite insieme ai nostri esperti due importanti best practice.

 

La tua azienda sta cercando di espandersi in Cina, in particolare attraverso canali online come l'e-commerce? La buona notizia: le aziende occidentali stanno scoprendo che è più facile che mai. Quella cattiva: le aziende che speravano di ospitare tali siti localizzati oltre i confini del Paese sono probabilmente destinate a perdere clienti cinesi, rapidamente.

Perché? Si può dare la colpa al Ministero della Sicurezza Pubblica e al suo efficace Golden Shield Project. Forse meglio noto agli occidentali come il "Grande firewall" cinese, questo progetto di sorveglianza su Internet monitora il contenuto proveniente da risorse online internazionali. Blocca i contenuti ritenuti sovversivi dal governo.

Di recente Apple ha infatti disattivato l'uso dell'app News di iPhone in Cina, nel tentativo di ingraziarsi gli ufficiali governativi e prevenire che sull'applicazione vengano aggregati contenuti non approvati.

Questo monitoraggio rallenta le richieste di contenuti online, con una conseguente radicale diminuzione del coinvolgimento. Per raggiungere un utente in Cina, i contenuti internazionali devono partire da un server oltreoceano e, quando raggiungono "il confine virtuale" cinese, superare la rigorosa analisi dei contenuti del Grande firewall. Questa analisi è diventata particolarmente accurata dalla fine del 2014.

Il risultato? Tempi di risposta molto alti per i siti. In molti casi addirittura pari a 8 secondi. Ciò si traduce in una perdita di ricavi.

Secondo Google, un sito web dovrebbe mantenere i tempi di risposta del server al di sotto dei 200 ms (0,2 s). Secondo uno studio ampiamente citato di Aberdeen Group, un ritardo di un secondo può costare a un'azienda quasi il 10% delle sue vendite.

A prima vista la soluzione sembra ovvia: le aziende che vogliono condurre affari online in Cina dovrebbero ospitare i propri siti sui server cinesi. Tuttavia, diversi fattori interni hanno portato la maggior parte delle aziende straniere a evitare questa strada.

Secondo China Marketing, i provider di servizi Internet (Internet Service Providers - ISP) locali cinesi offrono un servizio cliente scadente. MotionPoint è d'accordo con questa valutazione; abbiamo riscontrato che spesso i problemi derivano dalle differenze di fuso orario o di comunicazione. In secondo luogo lo stato di Internet è piuttosto complicato in Cina. Poiché i maggiori ISP non vogliono collaborare tra di loro, l'hosting su una rete può portare a tempi di caricamento lenti su altre reti. La maggior parte delle aziende occidentali non ospita siti in Cina, proprio per evitare problemi.

Questo scenario sembra impossibile da gestire per le aziende che possono perdere denaro sui propri siti localizzati (perché vengono ospitati al di fuori della Cina) o perdere il controllo in termini di velocità di caricamento e di efficienza della comunicazione (se ospitati in Cina).

Ma esiste una soluzione vincente: quella che MotionPoint offre ai propri clienti. Gestiamo siti web localizzati per centinaia di aziende, la maggior parte delle quali conduce affari nei mercati orientali. Abbiamo un'esperienza senza eguali nel lancio di siti destinati alla Cina continentale.

Nel corso degli anni, abbiamo avuto consultazioni ravvicinate con il governo cinese e le società che offrono reti di distribuzione dei contenuti (Content Delivery Network - CDN) e condotto test rigorosi sui tempi di risposta sui siti web ospitati al di fuori della Cina.

In base ai nostri dati esclusivi, i siti web che sono ospitati al di fuori della Cina, senza alcuna ottimizzazione di MotionPoint, hanno osservato tempi medi di risposta del server di 8,1 secondi. Un risultato davvero spaventoso. Gli utenti non lo accetterebbero. Con la soluzione consigliata da MotionPoint, tuttavia, i tempi di risposta vengono ridotti di circa il 90%, arrivando a 0,8 secondi.

Come? Due fattori contribuiscono al nostro approccio proprietario:

Licenza ICP

I siti web cinesi attivi in Cina richiedono una licenza di provider di contenuti Internet (Internet Content Provider - ICP) da parte del Ministero dell'Industria e della tecnologia dell'informazione. Vengono chiamati bei'an in cinese. È interessante notare che di solito è possibile verificare quali siti web hanno una licenza ICP, indicata con il numero di permesso in fondo alla homepage.

Le licenze ICP non vengono rilasciate ai siti ospitati oltre i confini cinesi, a meno che non ci si rivolga a un'azienda CDN. Sebbene lo scopo specifico delle restrizioni del governo cinese sia impedire la diffusione di contenuti sovversivi di tipo politico, disporre di una licenza ICP segnala anche al Grande firewall che i contenuti sono già approvati dal governo.

Ciò risulta estremamente utile per gli operatori di siti web: i loro contenuti si guadagnano la fiducia del Grande firewall molto più rapidamente.

La nostra analisi rivela che i siti dotati di una licenza ICP hanno tempi di risposta medi migliori di quasi il 75% rispetto a quelli che non ce l'hanno.

Provider di CDN

Le CDN sono reti di server distribuiti che forniscono in maniera efficiente contenuti web agli utenti, in base alla posizione geografica di questi ultimi e della pagina Web e del server di consegna di fornitura dei contenuti. In altre parole: la CDN salva delle copie di un sito web in una posizione più vicina all'utente target, aumentando così la velocità di un sito.

Grazie alla propria esperienza, lunga e di successo, nella localizzazione in cinese, MotionPoint ha identificato due errori che le imprese comunemente commettono:

Le aziende si rivolgono a provider CDN i cui nodi hanno sede a Hong Kong. Benché Hong Kong sia geograficamente vicina alla China, è tuttavia considerata al di fuori del Grande Firewall. I contenuti ivi ospitati qui sono ancora strettamente monitorati, specialmente alla luce dei recenti fermenti politici. I tempi di risposta restano quindi molto lenti.

Per i siti in cinese, le aziende utilizzano i medesimi provider CDN che usano per gli altri mercati internazionali. Per la legge cinese, le aziende di CDN estere non possono realizzare infrastrutture all'interno della Cina. Esse possono solo collaborare con le CDN locali e fornire supporto tecnico. I risultati dei nostri test hanno rivelato che i siti web che utilizzano soluzioni CDN cinesi o con sede in Asia hanno risposto in maniera più veloce del 77% rispetto ai siti web che utilizzano società CDN al di fuori dell'Asia.

Il messaggio è chiaro: molte famose aziende CDN non migliorano affatto la velocità di un sito in Cina. Le aziende dovrebbero scegliere con attenzione il loro partner CDN, come fattore interno della più ampia strategia adottata per entrare nel mercato. MotionPoint offre alcune best practice, dati utili e raccomandazioni per scegliere una soluzione CDN. Contattaci per maggiori informazioni.

Inoltre, se appartieni a un'azienda multinazionale attualmente alle prese con problemi relativi al miglioramento delle prestazioni di un sito cinese, ti invitiamo a considerare i fattori descritti in precedenza.

Infatti, in seguito all'acquisizione di una licenza ICP e alla collaborazione con un'azienda di CDN davvero efficace, i tempi di risposta del sito cinese diminuiscono drasticamente, il che può avere un impatto significativo sulle vendite e i profitti aziendali.

 

Mohan Sha

Responsabile delle strategie globali online

Mohan Sha è un'analista esperta di marketing digitale che ha supervisionato le campagne di marketing, SEO e localizzazione per 350 clienti in 26 lingue e 40 Paesi. La sua competenza copre diversi settori, principalmente e-commerce, B2C e B2B. L'esperienza di Mohan nel commercio in Cina assicura loro un punto di vista globale privilegiato e una profonda conoscenza delle questioni connesse con la Cina.

 

Chi è MotionPoint

MotionPoint aiuta i marchi a crescere attirando nuovi clienti in tutto il mondo.

La piattaforma pronta all'uso di MotionPoint, il servizio di traduzione di siti web più efficace al mondo, combina tecnologia innovativa, big data, traduzioni di qualità e una profonda conoscenza del marketing internazionale. L'approccio di MotionPoint garantisce la qualità, la sicurezza e la scalabilità necessarie per avere successo in un mercato globale sempre più competitivo, sia online che offline.

 

La piattaforma di globalizzazione leader nel mondo per le aziende

Contattaci