Plugin e API di Google Translate: sono sufficienti?

Ecco come la traduzione automatica di Google può rendere l'impatto del tuo sito web multilingue praticamente invisibile.

Avatar Craig Witt
Craig Witt

20 giugno 2018

LETTURA 3 MIN

Google Translate è uno strumento popolare, e lo è per una buona ragione.

È gratuito, il che lo rende accessibile per tante società. Ed è disponibile in pochi clic, perciò può essere considerato come uno strumento semplice per tradurre i contenuti online destinati ai clienti globali.

Google Translate offre alle società due opzioni per tradurre i propri siti web: un plugin e un API.

Ma prima di affidarti a questi strumenti per qualcosa di tanto importante come la tua presenza online multilingue, è meglio analizzare le potenziali insidie che si nascondono dietro l'uso di Google Translate.

Il plugin di Google Translate

Il plugin di Google Translate si presenta come un modo semplice per presentare il tuo sito web ai visitatori globali in altre lingue. Basta aggiungere il plugin al sistema back-end del tuo sito web (o gli snippet di codice alle relative pagine) per ottenere istantaneamente la traduzione del tuo sito.

In realtà, non è così semplice. Oltre alla scarsa qualità delle traduzioni di Google Translate, che rappresenta uno dei problemi più grossi delle traduzioni automatiche, questo approccio non ti offre affatto un sito web tradotto.

Poiché i contenuti vengono estrapolati dal plugin senza essere realmente sostituiti e conservati su un sito o server dedicato, non c'è alcun modo per tracciare concretamente le prestazioni di tali contenuti. Perciò, dimenticati di poter sfruttare i tuoi strumenti di analisi di marketing per scoprire il tasso di conversione del tuo sito web. Inoltre, non avrai la visibilità necessaria per sapere se i tuoi contenuti hanno un impatto sul tuo pubblico globale. Le soluzioni plugin come queste, non sono in grado di mostrarti le prestazioni di nessun contenuto o pagina tradotta.

E dato che i tuoi contenuti tradotti non vengono conservati in una "sede" permanente, i motori di ricerca non potranno scansionarli, né tanto meno trovarli e posizionarli nei motori di ricerca locale e regionali. (Inclusi i motori principali come lo stesso Google). Spendi molto tempo e fatica nell'ottimizzazione SEO, ma se usi Google Translate non puoi sfruttarla nei tuoi siti multilingue.

Se vuoi sfruttare al massimo l'investimento sul tuo sito web, i plugin di traduzione lasciano molto a desiderare.

L'API di Google Translate

Google offre anche un'API di traduzione che i team tecnologici possono integrare nei siti web in modo da fornire la traduzione dei contenuti.

È comodo, a patto che tu abbia le risorse tecnologiche necessarie per implementare questa soluzione. E comunque, non sarebbe poi così semplice.

Infatti, parte del valore della traduzione di un sito web sta nel comunicare lo stile, la personalità e la proposta di valore del tuo marchio a nuovi potenziali clienti nei mercati globali. Ma se ti affidi soltanto alla traduzione automatica, perderai molte sfumature.

Le traduzioni API non sono in grado di adattare le idiosincrasie culturali né applicare variazioni, frasi idiomatiche o strutture lessicali nella lingua di destinazione che possono essere specifici dei mercati locali. Le traduzioni, pertanto, possono risultare monotone, ripetitive e confuse, se non completamente scorrette. In questo modo, il messaggio che comunichi ai tuoi utenti globali è di noncuranza nei confronti del tempo e dell'attenzione che ti dedicano.

Gli esperti di marketing sanno bene quanto sia importante saper individuare le sottili differenze nella lingua di destinazione e riformulare i contenuti in modo da attrarre i clienti e aumentare le conversioni. Le soluzioni di traduzione API non consentono di testare il livello di personalizzazione e varianza e non danno la possibilità di modificare i contenuti che accompagnano il cliente durante il suo viaggio.

Le soluzioni rigide portano a contenuti rigidi. Ed è l'ultima cosa di cui hai bisogno se desideri creare una versione autentica del tuo marchio che abbia un forte impatto sui clienti internazionali e costruire un sito web multilingue che generi un ritorno sui tuoi investimenti.

Alternative valide

La buona notizia è che ci sono modi migliori per gestire la traduzione di siti web e ottenere il massimo dei risultati.

Cerca un partner che sia in grado di unire le migliori tecnologie di traduzione automatica con eccellenti competenze umane, per garantirti non solo traduzioni di ottima qualità ma anche un supporto continuo per la tua presenza digitale globale. Queste soluzioni dovrebbero anche aiutarti mantenere sotto controllo i costi e a semplificare la complessità operativa.

Inoltre, i migliori partner di traduzione di siti web sono in grado di costruire siti multilingue completamente indicizzabili, ottimizzati per la ricerca e facilmente integrati con le soluzioni di analisi dei dati in modo da poter valutare le prestazioni del sito e dei contenuti.

Investire in un sito web multilingue non è una cosa semplice, perciò è fondamentale trovare un partner che sia in grado di affrontare la sfida in maniera olistica e di offrire risultati affidabili a lungo termine per la tua attività globale.

Avatar Craig Witt
Craig Witt

20 giugno 2018

LETTURA 3 MIN