La padronanza delle lingue offre garanzie di successo alle aziende in espansione

Il nostro Vicepresidente senior pensava che la leadership fosse stata menzionata nell'Advertising Week e nel The Huffington Post.

Avatar di MotionPoint
MotionPoint

07 luglio 2016

LETTURA 1 MIN

L'efficacia combinata della padronanza linguistica e culturale può decretare il successo o il fallimento di un'azienda in nuovi mercati globali", scrive Charles Whiteman in due articoli su Advertising Week.

Le storie sono state poi ridistribuite anche su The Huffington Post.

Padronanza linguistica

In uno dei suoi post, Whiteman, Senior vice president del Servizio clienti di MotionPoint, ricorda ai lettori che l'inglese non è più la lingua franca di Internet. "I consumatori globali odierni desiderano avere a disposizione materiali tradotti incisivi, creativi e accattivanti come quelli rivolti ai mercati primari di lingua inglese", scrive Whiteman.

Le aziende che si avvalgono di traduzioni che hanno un forte impatto e riflettono la filosofia e la verve del marchio registrano un aumento del traffico, delle conversioni e dei ricavi legati ai siti web globali", sottolinea Whiteman.

Leggi la storia completa su Advertising Week o su The Huffington Post.

Padronanza culturale

In un altro post, Whiteman segnala alle aziende i pericoli di un approccio standard all'espansione e al marketing nei mercati globali. Una strategia che non considera il tono può portare a commettere errori costosi nei nuovi mercati e persino a rinunciarvi.

La soluzione, secondo Whiteman, è possedere una conoscenza approfondita del comportamento dei consumatori e delle sfumature culturali di questi mercati. Una grande padronanza culturale genera un maggior coinvolgimento dei consumatori, che a sua volta accresce la riconoscibilità del marchio e i ricavi.

Leggi la storia completa su Advertising Week o su The Huffington Post.

Avatar di MotionPoint
MotionPoint

07 luglio 2016

LETTURA 1 MIN