Stai adottando il sistema onnicanale? Don’t Leave $1.5 Trillion Behind
 
Avatar di Chris HutchinsDi: Chris Hutchins
15 aprile 2015

Stai adottando il sistema onnicanale? Non tralasciare 1,5 mila miliardi di dollari

Le vendite onnicanale stanno destando parecchio interesse nei media americani. Pochi, però, parlano di un mercato interno privilegiato per il sistema onnicanale: gli ispanici statunitensi.

 

Dalle grandi manovre di rivenditori come Target, Best Buy e Walmart emerge come queste aziende all'avanguardia abbiano adottato a pieno titolo la vendita "onnicanale". Si tratta di una strategia che, astutamente, sposta l'attenzione del commercio sulle preferenze di acquisto dei clienti, come anche l'ambiente in cui questi preferiscono effettuare transazioni: negozio, online o applicazione.

Questo approccio incentrato sul cliente sfrutta al massimo canali consolidati come i negozi tradizionali, i siti di e-commerce e le iniziative ibride come l'opzione "acquista online e ritira in negozio". Adesso, però, la logica onnicanale sfrutta anche l'influenza esercitata dal web mobile e dalle applicazioni su smartphone. Una mossa intelligente e lungimirante, considerando che l'anno scorso il traffico web da dispositivo mobile ha superato abbondantemente quello da computer.

Avviare e mantenere un sistema onnicanale richiede pazienza (ci vuole tempo perché tutti i canali si sincronizzino e ci sia un ritorno sull'investimento), ma anche i rivenditori che hanno incontrato difficoltà promettono di non mollare. Secondo una ricerca condotta da JDA, azienda che fornisce soluzioni logistiche, la maggior parte dei dirigenti ritiene che adottare un sistema onnicanale sia essenziale per la crescita aziendale. Il 71% degli amministratori delegati intervistati lo considera una priorità "alta" o "assoluta". Quest'anno, affermano, circa il 30% degli investimenti sarà impiegato a suo favore.

Target, con la sua iniziativa "scaffali e telefonino", potrebbe diventare il pioniere del settore. L'azienda è ben consapevole del ruolo sempre più importante che i dispositivi mobili esercitano negli acquisti, sia online che in negozio. Durante una convention aziendale svoltasi a febbraio, Jamil Ghani di Target si è espresso in proposito:

"Si tratta di un cambiamento enorme", ha affermato il vice presidente in merito alla strategia aziendale. "È necessario ripensare olisticamente all'esperienza degli utenti. Offriamo esperienze di shopping on-demand, in cui i confini tra negozio e dispositivo mobile si confondono".

Il buon senso suggerisce di avvantaggiarsi di questi confini indistinti, specialmente in considerazione del fatto che il 75% degli acquirenti naviga su internet in mobilità anche mentre fa shopping in un negozio tradizionale. Sembra incredibile, ma il 25% di questi acquirenti effettua gli ordini da dispositivo mobile mentre si trova in negozio. Target non è certo l'unico negozio a beneficiare di una "spinta da web mobile". Bed Bath & Beyond, che opera nel settore cosmetico, ha visto gli ordini da dispositivo mobile raddoppiare rispetto all'anno precedente, e le vendite online crescere di oltre il 40%.

Tuttavia, la grande attenzione che l'industria e i mezzi di informazione dedicano alle vendite onnicanale negli Stati Uniti rischia di offuscare l'enorme mercato interno rappresentato da coloro che mostrano maggiore entusiasmo per i dispositivi mobili: gli ispanici statunitensi di lingua spagnola.

Oggi gli ispanofoni statunitensi rappresentano un potere di acquisto di 1,5 mila miliardi di dollari (una crescita del 50% rispetto al 2010). Gli ispanici detengono il record nazionale nell'adozione di nuovi dispositivi digitali e sono considerati "utenti esperti" di dispositivi mobili, secondo una ricerca di Google. Gli analisti ritengono addirittura che gli ispanici siano un mercato "mobile first".

Secondo i dati pubblicati da Experian Marketing Services, quasi la metà degli ispanici che possiede uno smartphone è "mobile-dominant" quando usa Internet (cioè preferisce il cellulare al computer). Si tratta di un aumento notevole rispetto al 38% dei non ispanici.

Questo mercato esiste già, ed è propenso e pronto ad acquistare. Ma l'esperienza di vendita onnicanale offerta dalla tua azienda parla la sua lingua?

Il punto di vista di MotionPoint

I rivenditori non dovrebbero ignorare l'importante convergenza tra la vendita onnicanale e il mercato ispanico statunitense: connesso, esperto di dispositivi mobili e sempre più benestante.

MotionPoint lavora a stretto contatto con i propri clienti - e con quelli futuri - per aiutarli a comprendere come stanno cambiando le regole del gioco. Queste aziende prestano ascolto ai clienti ispanici e attirano il loro interesse con il lancio di siti web in lingua spagnola per dispositivi mobili. Poiché questi ultimi sono versioni mobile-friendly dei siti desktop già esistenti in lingua spagnola (ottimizzati da MotionPoint mediante un insieme di tecnologie proprietarie orientate al risultato), implementarli costa poco.

I clienti ottengono risultati immediati e la fiducia degli ispanici nel loro marchio - e quindi maggiori ricavi - come mai prima d'ora. Uno dei nostri clienti ha registrato un aumento del fatturato mensile pari al 481% da quando MotionPoint ha lanciato e ottimizzato il suo sito in spagnolo per dispositivi mobili.

Appena poche settimane dopo che MotionPoint aveva aiutato un altro cliente a lanciare il suo sito mobile in spagnolo, il traffico totale del sito (da applicazioni desktop e mobili) è cresciuto di uno sbalorditivo 80%.

In quel lasso di tempo, le entrate generate dagli utenti spagnoli di dispositivi mobili sono aumentate del 363%. Sulla base delle entrate che il sito mobile in spagnolo ha già generato, il cliente conta di realizzare una cifra pari a 379 volte il costo annuale di MotionPoint. Il costo annuale totale della soluzione di MotionPoint per dispositivi mobili, infatti, è inferiore ai ricavi generati dal sito mobile del cliente in un solo giorno.

La soluzione è formidabile ed è facilmente accessibile per i commercianti. Consideriamo aziende come Target o Macy's: sono leader di settore, sempre attenti ai cambiamenti, che investono moltissimo per coinvolgere gli ispano-americani nella loro lingua di preferenza.

Naturalmente le opportunità di attirare altri mercati attraverso un sistema onnicanale in lingua vanno ben oltre i confini statunitensi. Di recente, gli ordini online con opzione "acquista online e ritira in negozio" di un noto dettagliante britannico hanno superato di gran lunga quelli con consegna a domicilio.

L'esperienza di vendita onnicanale in lingua sono efficaci e hanno successo soprattutto nei mercati emergenti come la Cina. Di recente abbiamo visto come i rivenditori possano attirare maggiore attenzione in questi mercati: mercati in cui, molto probabilmente, si acquista già sui siti di e-commerce di rivenditori situati negli Stati Uniti.

Grazie a una strategia di vendita al dettaglio globale onnicanale e a valide soluzioni di consegna, per raggiungere tanto i connazionali quanto i clienti all'estero, venditori e marchi possono vendere a un numero maggiore di clienti, indipendentemente dal luogo in cui si trovano o dal dispositivo che utilizzano.

Vuoi attirare gli ispanici statunitensi o altri mercati nel mondo tramite esperienze onnicanale e online da dispositivo mobile? Contattaci. Le soluzioni MotionPoint possono migliorare e ampliare i tuoi progetti di vendita online, off-line e da dispositivo mobile.

 

Chris Hutchins

Specialista in comunicazioni di marketing

Chris Hutchins helps produce MotionPoint's marketing and sales materials.

 

Chi è MotionPoint

MotionPoint aiuta i marchi a crescere attirando nuovi clienti in tutto il mondo.

La piattaforma pronta all'uso di MotionPoint, il servizio di traduzione di siti web più efficace al mondo, combina tecnologia innovativa, big data, traduzioni di qualità e una profonda conoscenza del marketing internazionale. L'approccio di MotionPoint garantisce la qualità, la sicurezza e la scalabilità necessarie per avere successo in un mercato globale sempre più competitivo, sia online che offline.

 

La piattaforma di globalizzazione leader nel mondo per le aziende

Contattaci