4½ tendenze che possono aiutarti a vendere i tuoi prodotti in tutto il mondo
 
Avatar di Chris HutchinsDi: Chris Hutchins
27 gennaio 2016

4½ tendenze che possono aiutarti a vendere i tuoi prodotti in tutto il mondo

Non c'è mai stato un momento migliore di questo per lanciare siti web localizzati nei nuovi mercati internazionali. Scopri come la convergenza di alcune tendenze può rendere l'espansione online più semplice - e redditizia - che mai.

 

Se sei un rivenditore o un produttore di articoli al dettaglio degli Stati Uniti e stai cercando nuovi clienti e nuove opportunità di crescita, è arrivato il momento di tentare nuove strade. È ora di espandersi nei mercati internazionali con siti web localizzati e tradotti in modo autentico.

In realtà, la tua organizzazione avrebbe già dovuto mettere in atto un'espansione di questo tipo. Gli operatori di siti web di e-commerce più attenti sanno da tempo che i siti statunitensi ricevono una fetta considerevole di traffico dall'estero. Ma c'è un problema: la percentuale di conversione relativa a questi acquirenti globali è piuttosto bassa, soprattutto da parte dei mercati non anglofoni.

Il motivo? Questi visitatori faticano a esplorare i siti web in inglese, a trovare gli articoli desiderati e a completare gli acquisti. La barriera linguistica, insieme ad altre problematiche, è reale, e rappresenta anche una perdita incalcolabile a livello di vendite e opportunità per i rivenditori e i produttori di articoli al dettaglio.

La creazione di esperienze localizzate (attraverso la traduzione dei siti web dal sapore autentico) è cruciale per raggiungere questi clienti internazionali sempre più abbienti. Il processo è in effetti piuttosto accessibile e, quando sostenuti da campagne di marketing digitale localizzato rilevanti, questi siti attirano nuovi clienti, migliorano la percentuale di conversione del traffico internazionale esistente e generano una fonte crescente di ricavi tra i clienti di tutto il mondo.

Quali sono oggi le tendenze del Web che stanno influenzando le aziende e massimizzando le loro vendite di e-commerce? Per approfondire la questione, abbiamo esaminato i dati esclusivi generati da oltre 1.000 siti web localizzati che gestiamo ogni giorno. Abbiamo inoltre chiesto ai nostri esperti di condividere il proprio punto di vista.

Ecco tre tendenze (e mezzo!) degne di nota che possono aiutare i rivenditori e i produttori di articoli al dettaglio a vendere ai clienti globali nel 2016.

Tendenza N°1: la fruibilità sui dispositivi mobili incrementa il traffico e le vendite internazionali

Probabilmente ricorderai che, lo scorso aprile, Google aveva apportato delle modifiche al proprio algoritmo di ricerca per migliorare il posizionamento delle pagine mobile-friendly nelle ricerche su dispositivi mobili (l'aggiornamento avrebbe premiato le aziende che avevano adottato il web design responsivo o che disponevano di siti web ottimizzati per i dispositivi mobili). Tuttavia, se un sito fosse rimasto ottimizzato per i browser desktop, aveva avvertito Google, avrebbe probabilmente riscontrato una "diminuzione significativa nel posizionamento tra i risultati della ricerca su dispositivo mobile".

È a questo punto che le cose si fanno interessanti per i mercati internazionali: Google aveva anche affermato che questo aggiornamento avrebbe avuto ripercussioni sulle ricerche provenienti da dispositivi mobili da qualsiasi luogo, in qualsiasi lingua, del mondo.

È interessante notare che l'aggiornamento mobile-friendly di Google non ha decretato la fine per la maggior parte dei siti web in lingua inglese; dopotutto, il design web responsivo è una migliore pratica in uso da anni. Le aziende che gestivano siti web "ostili ai dispositivi mobili" nei mercati internazionali, tuttavia, hanno accusato il colpo.

Abbiamo analizzato l'impatto dell'aggiornamento di Google su 40 siti web localizzati dei nostri clienti. Le aziende che hanno implementato le ottimizzazioni per dispositivi mobili da noi consigliate hanno riscontrato una solida crescita nelle impressioni mobili, spesso di quasi il 25%, il che evidenzia quanto sia importante rispettare le regole del gioco stabilite da Google.

Le aziende che non hanno fatto nulla sono diventate il nemico N°1 di se stesse. I relativi siti hanno subito un crollo di quasi il 40% a livello di impressioni. Caspita!

Naturalmente, le conversioni e i ricavi sono risultati più alti per i siti internazionali che hanno adottato le migliori pratiche mobile-friendly.

I dati non mentono: le modifiche all'algoritmo di Google hanno avuto un impatto, soprattutto sui siti internazionali. Le aziende devono assicurarsi che il traffico, insieme alle conversioni e alle vendite, non abbiamo subito ripercussioni negative nei mercati globali quando si sono verificati questi cambiamenti a livello di SEO.

Bisogna anche tenere presente che gli aggiornamenti mobile-friendly stanno interessando anche altri motori di ricerca. L'anno scorso, Bing ha comunicato l'intenzione di migliorare il proprio algoritmo per premiare i siti ottimizzati per i dispositivi mobili. È realistico aspettarsi che tali cambiamenti interessino anche motori di ricerca internazionali come Yandex in Russia, e Baidu, in Cina.

Tendenza N°2: i social stanno potenziando l'e-commerce globale

I social network hanno rivoluzionato lo shopping online in molti mercati emergenti. Gli utenti, attraverso la possibilità di condividere facilmente i prodotti e le informazioni su di essi, stanno creando un turbinio in termini di reindirizzamenti di traffico e siti di e-commerce.

Tuttavia, l'influenza più dirompente non è provocata dalla semplice condivisione di prodotti. Le raccomandazioni tramite il passaparola sono fondamentali.

Prendiamo la Cina. Secondo quanto riportato l'anno scorso da un quotidiano cinese, le raccomandazioni degli utenti effettuate su social network cinesi come WeChat, QQ e Sina Weibo sono diventate "il fattore più importante nella presa di decisioni relative allo shopping online degli acquirenti". Questo dato è particolarmente significativo perché i marchi possono ora lanciare negozi all'interno dei social network stessi, eliminando il divario tra navigazione e acquisto.

Anche la nostra ricerca conferma questo picco mondiale dei social, e le aziende che sfruttano il potere promozionale dei social network regionali stanno riscontrando un aumento delle vendite locali. Ancora una volta, diamo un'occhiata alla Cina. Pochi mesi dopo l'integrazione della propria funzionalità del sito con i social network WeChat, Weibo e QQ, uno dei nostri clienti ha riscontrato un incremento del 30% in tutto il traffico reindirizzato al proprio sito cinese, proveniente dai siti di social media.

Questo traffico ha generato il 10% dei ricavi totali del sito e tale numero continua a crescere.

Sfrutta i social media nelle tue strategie di marketing e retail. I clienti sono già lì, e stanno già completando transazioni. Anche tu dovresti esserci.

Tendenza N°3: un sito localizzato oggi serve molti mercati

Durante l'espansione della tua azienda nei nuovi mercati internazionali online, è necessario comprendere che, proprio come avviene per il sito web statunitense in lingua inglese della tua organizzazione, i consumatori che vivono oltre i confini di questi mercati globali visiteranno e faranno acquisti anche su tali siti.

Ciò rappresenta un'opportunità fantastica, senza alcun costo aggiuntivo per la tua azienda, per attirare clienti che, diversamente, non sarebbero alla tua portata.

Considera il caso commerciale per il lancio di un sito web localizzato per i clienti messicani. In base ai nostri dati, i messicani spendono molto online. Da anni sappiamo che gli ispanici statunitensi spendono quasi il 20% in più per ordine online rispetto alla media statunitense. Tuttavia, i messicani spendono quasi il 95% in più in termini di valore medio dell'ordine rispetto agli ispanici statunitensi.

L'espansione della classe media messicana e la penetrazione di Internet in continua crescita contribuiscono a dipingere un quadro roseo per le aziende interessate a espandersi nel mercato online. Un sito destinato ai Messicani ha in realtà un pubblico molto più vasto di quanto si possa pensare.

I consumatori ispanofoni sottoserviti che si trovano oltre i confini del Messico stanno anch'essi esplorando il Web in cerca di prodotti, e finiscono per trovarli su questi siti web messicani localizzati. Improvvisamente un sito web che originariamente era destinato a servire un grande mercato, ne sta servendo molti.

La nostra ricerca indica effettivamente che i siti spagnoli che seguono le nostre best practice possono aspettarsi che dai mercati dell'America Latina provenga il 60% del proprio traffico organico. Spesso abbiamo riscontrato che le aziende lanciano un sito web in spagnolo e lo traducono in uno "spagnolo universale" di facile comprensione, per poi scoprire di essere interessati a perseguire una strategia di crescita internazionale più ampia.

Tendenza N°4: gli strumenti di ottimizzazione sono più efficaci

Il lancio di siti web tradotti in nuovi mercati globali sicuramente genererà traffico, coinvolgimento ed entrate. MotionPoint ha però scoperto da tempo che la sola traduzione non è garanzia di successo in quei mercati internazionali.

La localizzazione di siti web non è fatta solo di traduzione. Si basa sulla creazione di un successo commerciale sostenuto nei mercati internazionali. Questo approccio richiede tecnologie, strumenti e team che sostengano il traffico e il coinvolgimento a livello internazionale per generare rapidamente un ritorno sull'investimento e raggiungere gli obiettivi aziendali.

Strumenti di ottimizzazione convenienti, un tempo una chimera nel campo della traduzione di siti web, oggi esistono davvero e consentono di incrementare il traffico, il coinvolgimento e la conversione sui siti web localizzati. Strumenti quali il software per il rilevamento intelligente delle preferenza linguistica sul sito (per incrementare il traffico), la ricerca nel sito tradotta (per aumentare il coinvolgimento), la localizzazione e l'ottimizzare dell'URL (per generare più traffico organico) e le promozioni localizzate sul sito (per creare esperienze autentiche per i clienti locali), insieme a molti altri, sono oggi disponibili e consentono di entrare in contatto in modo efficace con i nuovi consumatori.

Mentre cerchi informazioni sui fornitori nel settore della globalizzazione di siti web, considera l'impegno e le risorse che la tua organizzazione investe attualmente per trovare nuovi visitatori per il sito web in inglese destinato al mercato principale, creando promozioni progettate per essere risonanti e poi verificando che l'esperienza dell'utente massimizzi il coinvolgimento e la conversione. Queste attività sono cruciali anche per il successo dei tuoi siti web localizzati.

Non fare l'errore di lanciare un sito web tradotto senza un piano per generare un successo commerciale sostenibile. Collaborare con un'azienda come MotionPoint, che è stato pioniere negli strumenti di ottimizzazione citati in precedenza (insieme a molti altri), può accelerare il time-to-market e la redditività del capitale investito.

Tendenza 4½: negli Stati Uniti c'è ancora margine di crescita

Ci siamo lungamente soffermati su come le aziende statunitensi possono raggiungere i clienti internazionali con siti web localizzati, ma esiste un mercato in continua crescita molto più vicino in grado di generare risultati notevoli: gli ispanici statunitensi ispanofoni.

Attualmente il potere di acquisto totale degli ispanici statunitensi supera gli $1,7 mila miliardi, con un aumento di oltre il 50% dal 2010. Gli Stati Uniti ospitano quasi 54 milioni di ispanici (circa il 17% della popolazione nazionale). Questo mercato continuerà a crescere in termini di ricchezza e influenza; entro il 2060 gli ispanici rappresenteranno quasi un terzo della popolazione degli Stati Uniti.

Fatto ancora più significativo, più del 70% di questi consumatori parlano spagnolo a casa, e la maggior parte preferisce completare le transazioni in spagnolo.

I rivenditori e i produttori di articoli retail che lanciano siti di e-commerce in spagnolo possono ottenere ottimi risultati. Abbiamo riscontrato che le aziende che lanciano siti in spagnolo destinati agli ispanici statunitensi, quando si attengono alle best practice e alle ottimizzazioni proprietarie basate sui dati di MotionPoint, spesso riscontrano percentuali attorno al 123% il primo anno e al 160% entro il terzo.

Bisogna inoltre tenere presente che gli ispanofoni che vivono negli Stati Uniti non saranno gli unici clienti a visitare il sito localizzato. I dati in nostro possesso suggeriscono che i siti statunitensi in spagnolo che rispettano le nostre best practice possono ottenere fino al 60% del proprio traffico organico "libero" dai mercati internazionali ispanofoni poco serviti, come Messico e America Latina. La gran parte delle volte questi acquirenti cercano prodotti non disponibili nel loro mercato locale.

Le aziende in grado di accettare ordini da questi Paesi genereranno velocemente risultati in mercati che inizialmente non rientravano tra i loro obiettivi... senza investire un soldo in più per arrivare a questi clienti.

 

Chris Hutchins

Specialista in comunicazioni di marketing

Chris Hutchins helps produce MotionPoint's marketing and sales materials.

 

Chi è MotionPoint

MotionPoint aiuta i marchi a crescere attirando nuovi clienti in tutto il mondo.

La piattaforma pronta all'uso di MotionPoint, il servizio di traduzione di siti web più efficace al mondo, combina tecnologia innovativa, big data, traduzioni di qualità e una profonda conoscenza del marketing internazionale. L'approccio di MotionPoint garantisce la qualità, la sicurezza e la scalabilità necessarie per avere successo in un mercato globale sempre più competitivo, sia online che offline.

 

La piattaforma di globalizzazione leader nel mondo per le aziende

Contattaci