3 tendenze online che i venditori globali dovrebbero osservare
 
Avatar di Chris HutchinsDi: Chris Hutchins
08 marzo 2016

3 tendenze online che i venditori globali dovrebbero osservare

Quali tendenze digitali dovrebbero ispirare le attività della tua azienda in termini di espansione globale? Scopri di più nel nostro rapporto esclusivo.

 

L'espansione verso nuovi mercati online internazionali è, e rimarrà, una tattica astuta per la maggior parte delle aziende. AT Kearney ha recentemente scritto: "In tutto il mondo, gli acquirenti stanno comprando più prodotti online... quindi è chiaro che c'è un'opportunità (per espandersi)". La società di consulenza ha aggiunto: "In molti mercati emergenti in rapida crescita, Internet è il metodo più sicuro e veloce per ottenere prodotti di marchi internazionali".

Da tempo supportiamo questo approccio a basso rischio all'espansione della vendita al dettaglio. Le aziende possono implementare in modo semplice e conveniente i siti web tradotti in nuovi mercati per stabilire "teste di ponte" digitali per i loro marchi, valutare l'interesse dei consumatori e vendere più prodotti ai consumatori attirati.

Quali sono le più importanti tendenze digitali che si stanno attualmente sviluppando nei mercati internazionali? Quali dovrebbero ispirare le attività della tua azienda in termini di espansione globale?

Per scoprirlo, abbiamo recentemente esaminato le prestazioni di cinque siti web globali gestiti da MotionPoint. Questi siti si rivolgono ai mercati di Stati Uniti, Europa e Cina. Tre delle aziende sono venditori online di abbigliamento, le altre due producono e vendono cosmetici. Queste informazioni presentano esclusivamente dati e analisi di Victoria Bloyer, un responsabile delle strategie globali online del nostro team Vendita globale.

Ecco tre tendenze online che la tua azienda dovrebbe osservare:

Dispositivi mobili e tablet: il genio è uscito dalla lampada

Come previsto, nei prossimi 18 mesi, il traffico sui dispositivi mobili continuerà a prendere il sopravvento sul traffico dei computer fissi. (Il traffico sui siti web per dispositivi mobili ha superato il traffico web sui computer fissi nel 2014 e non ha cambiato direzione). Tuttavia, alcuni analisti suggeriscono che i ricavi generati dagli utenti di dispositivi mobili e tablet presto eclisseranno i ricavi derivati dai computer fissi in diversi settori e-commerce.

"Abbiamo notato una maggiore fiducia dei consumatori negli acquisti online", un responsabile dell'e-commerce ha recentemente detto a Econsultancy. "Penso che questa tendenza continuerà nel 2016, quindi mi aspetterei di vedere alcuni miglioramenti di fondo nei tassi di conversione mobile, senza contare quelli prodotti da qualsiasi attività di CRO (ottimizzazione dei tassi di conversione)".

Ciò è in accordo con un report di Gartner citato da un collaboratore di Multichannel Merchant, che ha predetto che entro il prossimo anno, il commercio mobile genererà la metà di tutti i ricavi provenienti dal commercio digitale USA. A dirla tutta, quasi 1/3 degli americani hanno fatto un acquisto dal proprio dispositivo mobile.

Telefoni e tablet sono validi strumenti di supporto alle vendite. Secondo lo scrittore di Multichannel Merchant, quando il venditore di abbigliamento American Eagle ha implementato una funzione chat su base mobile per l'esperienza m-commerce per il suo pubblico target che predilige i dispositivi mobili, più della metà di queste chat di richiesta di consulenza riguardavano le vendite.

Di recente, MotionPoint ha assistito a un aumento notevole del traffico, delle transazioni e del commercio su dispositivi mobili e tablet nei siti globali che gestisce per i suoi clienti. Al momento, il 35% di tutte le sessioni che abbiamo esaminato per i cinque clienti che si rivolgono a più continenti provengono da un telefono cellulare. I tablet rappresentano un altro 20% circa.

È da notare che la media dei tassi di conversione nei tablet è più alta di quasi il 115%. (Il 2,86% per i tablet contro l'1,34% per i dispositivi mobili). I tassi di abbandono sui tablet sono più bassi di 5-10 punti percentuali rispetto agli smartphone.

"Ciò riflette una tendenza globale che abbiamo osservato per anni", spiega Victoria. "È generalmente definita ''gli smartphone sono per navigare e i tablet per acquistare'. Gli utenti navigano tra i prodotti principalmente sui telefoni, valutano l'acquisto e poi tornano ai tablet per acquistare gli articoli".

A dirla tutta, in uno studio separato riguardante il mercato tedesco, MotionPoint ha osservato che le conversioni sui tablet superano di oltre il 90% quelle sugli smartphone e lo fanno da anni. Anche rapporti indipendenti lo confermano.

"Dal momento che si naviga così tanto sui telefoni", consiglia Victoria, "si rafforza la tesi che è importante non solo lanciare siti web mobili localizzati per i mercati globali, ma anche renderli consoni ai dispositivi mobili. L'offerta di fotografie e descrizioni mobile-friendly dettagliate dei prodotti farà una grande differenza per i compratori, soprattutto se, in seguito, li porterà ad acquistare.

Social media: una crescita globale impressionante

Grazie al numero sempre crescente di possessori di smartphone nei mercati emergenti il cui primo canale è quello mobile, negli ultimi anni l'adozione globale dei social media ha subito un'impennata. La tendenza non rallenterà. Stando a Social Media Today, Statista, Facebook e Smart Insights:

  • attualmente ci sono più di 2,2 miliardi di utenti di social media attivi, un tasso di penetrazione globale pari al 30%;
  • questo numero arriverà a quasi 2,5 miliardi entro il 2018, un aumento del 24% rispetto al 2015;
  • Facebook aggiunge circa 500.000 nuovi utenti al giorno o circa 6 nuovi profili al secondo;
  • quasi l'85% degli utenti di Facebook attivi quotidianamente risiedono al di fuori degli USA e del Canada;
  • gli utenti di dispositivi mobili dell'Asia-Pacifico favoriscono la maggior parte delle adozioni di social network più recenti, con i mercati dell'Asia orientale in testa alla classifica mondiale in termini di nuovi utenti di Internet. L'Asia meridionale è al secondo posto.

I dati suggeriscono una crescita esplosiva nell'adozione dei social network nei mercati globali che abbiamo esaminato per questo studio.

"Mentre il traffico reindirizzato da fonti di social media varia molto da mercato a mercato e da sito a sito", afferma Victoria, "stanno emergendo alcune tendenze valide, soprattutto se si confrontano gli ultimi sei mesi ai riferimenti passati".

Il traffico verso i siti web tradotti gestiti da MotionPoint proveniente da Facebook è cresciuto di oltre il 40% negli ultimi sei mesi. Nel bene o nel male, Facebook sta sempre più facendo fuori i social network locali nella lotta per il dominio in molti mercati globali.

Il traffico proveniente da Pinterest è aumentato di quasi il 25%. Ciò coincide con l'allargamento della base di utenti di Pinterest nei mercati oltreoceano, soprattutto in Cina, India e Indonesia. (Sospettiamo che anche il debutto dell'autoctona iniziativa "buy now" di Pinterest risalente al 2015 abbia contribuito a quest'aumento significativo del traffico in entrata).

Stando alle nostre osservazioni, Twitter sta passando un periodo di calo. Il traffico reindirizzato verso i nostri siti globali è precipitato di quasi il 30% negli ultimi sei mesi. Ciò combacia con i recenti annunci dell'azienda riguardanti la perdita di 2 milioni di utenti avvenuta negli ultimi tre mesi del 2015. Il network incentrato sulle fotografie, Instagram, conta attualmente più utenti di Twitter.

"Sarà interessante vedere come sarà lo scenario dei social media tra altri sei mesi", dice Victoria. "Ci potrebbero essere stravolgimenti interessanti. Di certo esistono piattaforme emergenti che vale la pena osservare. Una che ha attratto la mia attenzione è stata Polyvore, una famosa comunità di moda in cui gli utenti creano e condividono 'look' virtuali. I contenuti su base social di BuzzFeed stanno ancora crescendo in popolarità".

Abbiamo anche notato una forte presenza di traffico reindirizzato da Sina Weibo, una piattaforma social media cinese. I clienti di MotionPoint che integrano funzioni di social network cinesi nel proprio sito e-commerce hanno visto impennate del 30% nel traffico reindirizzato e aumenti del 10% dei ricavi legati agli utenti social in entrata.

VKontakte, una piattaforma social media russa che sta guadagnando terreno in Germania, ha anche generato un aumento nel traffico reindirizzato verso i nostri siti globali. Abbiamo esaminato largamente VKontakte (e altri social network russi) in una recente serie blog in due parti.

Comprendere i mesi in cui si registra un picco nella spesa nei mercati globali

Da tempo, i venditori online con base negli USA conoscono le "depressioni estive dell'e-commerce" e hanno escogitato molti metodi intelligenti per attirare i clienti al fine di compensare la calma piatta nelle vendite in vista dell'esplosione delle ricerche in termini di acquisti al dettaglio che avviene a ottobre.

In generale, le vendite dei commercianti globali aumentano sempre nel quarto trimestre dell'anno, ma le vendite e-commerce aumentano "ancora di più", scrive un esperto della Federal Reserve Bank di St. Louis. Per dirla tutta, grazie a una saggia conoscenza della stagionalità e dei picchi nella spesa che caratterizzano i mercati internazionali, i venditori possono offrire e promuovere i prodotti in maniera intelligente e generare vendite che altrimenti perderebbero.

Consideriamo i picchi nella spesa che abbiamo notato durante un nostro studio recente su cinque clienti. Nel settore dei cosmetici:

  • febbraio, agosto e novembre sono mesi eccezionali per la vendita dei cosmetici;
  • a febbraio, le vendite dei cosmetici generano il 176% dei ricavi in più rispetto a gennaio;
  • agosto genera il 212% dei ricavi in più rispetto a luglio;
  • novembre registra il 119% dei ricavi in più rispetto a ottobre.

I venditori online che operano nel settore della moda osservano profitti leggermente diversi, registrando un ritardo di un mese nelle vendite di inizio e metà anno rispetto al settore dei cosmetici. "I più alti picchi nella spesa si registrano a marzo, settembre e novembre", afferma Victoria, "con aumenti rispettivamente del 31%, 85% e 46% rispetto al mese che precede".

I picchi nella spesa che osserviamo per la moda non sono alti o pronunciati come per i cosmetici. "Il grafico su base mensile somiglia più a delle colline rotondeggianti che a montagne ripide", dice Victoria.

Crediamo che il settore dei cosmetici registri aumenti più importanti a intervalli stagionali precedenti (rispetto all'abbigliamento e agli altri settori della vendita al dettaglio) perché i trucchi tendono a durare di più e sono perciò acquistati meno frequentemente.

"Le impennate nelle vendite globali sono ben sincronizzate con gli eventi di shopping ampiamente conosciuti in tutto il mondo", spiega Victoria. "Le vendite di febbraio sono facilmente associabili a San Valentino. Le vendite di novembre e dicembre sono allineate con lo shopping per le feste. Forse il picco delle vendite in agosto può essere attribuito al fatto che i clienti fanno scorta di prodotti idratanti per i secchi mesi invernali e trovano colori accattivanti per l'autunno e l'inverno".

Per dare una spinta alle vendite nelle basse stagioni, investi i tuoi sforzi nella diagnosi delle ragioni alla base di ciascun calo nelle vendite degno di nota e nelle attività di marketing intelligente. Abbiamo constatato che le attività di espansione via e-mail sono particolarmente efficaci nei mercati globali. Lo scorso anno, un cliente di MotionPoint ha osservato che il 43% dei ricavi legati alla festa di un giorno è derivato da una campagna di marketing via e-mail localizzata.

Gli sconti lampo sono un altro modo per ravvivare i consumatori globali a te più fedeli e spingerli a effettuare transazioni sui tuoi siti globali.

"Il punto sta nell'organizzare sconti lampo per i clienti abituali", ha recentemente scritto un collaboratore di Ecommerce Platforms. "Se 1.000 persone stanno navigando sul tuo sito, hai buone possibilità di vendere un prodotto se spunta una finestra pop-up con uno sconto lampo. L'urgenza è spesso troppa per lasciar perdere".

Per altre informazioni sull'importanza dell'e-commerce e della stagionalità, dai uno sguardo al nostro recente blog sull'argomento. Forniamo informazioni preziose sui comportamenti di acquisto dei consumatori tedeschi, francesi e russi.

 

Chris Hutchins

Specialista in comunicazioni di marketing

Chris Hutchins helps produce MotionPoint's marketing and sales materials.

 

Chi è MotionPoint

MotionPoint aiuta i marchi a crescere attirando nuovi clienti in tutto il mondo.

La piattaforma pronta all'uso di MotionPoint, il servizio di traduzione di siti web più efficace al mondo, combina tecnologia innovativa, big data, traduzioni di qualità e una profonda conoscenza del marketing internazionale. L'approccio di MotionPoint garantisce la qualità, la sicurezza e la scalabilità necessarie per avere successo in un mercato globale sempre più competitivo, sia online che offline.

 

La piattaforma di globalizzazione leader nel mondo per le aziende

Contattaci